Segnalazione: “Emraia” di Dario Leccacorvi

Ciao amici!

Oggi, volevo segnalare uno dei libri più attesi dagli amanti di librogame: “Emraia“, il terzo volume della saga dark fantasy “Fra Tenebra e Abisso” esce oggi! Ma perché interessarsi ad un libro-gioco? Non è “roba da nerd” alla “Big Bang Theory“? Niente di più sbagliato: chiunque può leggere ed apprezzare questa serie e questo terzo volume segna un ulteriore passo in un viaggio iniziato 3 anni fa ed una delle migliori saghe fantasy del Bel Paese!

Fonte: Facebook Aristea

La serie “Fra Tenebra e Abisso”

Tutto iniziò nel 2017, quando l’autore Dario Leccacorvi e qualche amico suo proposero la app-librogame gratuita “Fra Tenebra e Abisso: il Marchio“. Si trattava di una storia dark fantasy, lontana anni luce dai soliti clichés del genere basando la trama in un mondo totalmente nuovo e originale nel quale il Protagonista (l’alter ego del lettore-giocatore) è un/a ragazzo/a che deve fare un viaggio alla ricerca del suo fratello adottivo di cui non c’è più nessuna notizia. Ahimè, niente è come sembra e il/la Protagonista inizia un viaggio pericoloso alla ricerca di una verità sempre più scomoda…

Il punto a favore di questa serie è l’assoluta gratuità delle App (il secondo volume, “Fra Tenebra e Abisso: La Megera” ha una versione a pagamento che permette di sbloccare delle opzioni segrete) e l’incredibile facilità di un sistema di gioco semplice, ma efficace. Senza contare la grande durata di vita di ogni volume. Non esitate a leggere le mie recensioni de “Il Marchio” e “La Megera

Nel 2019, Dario Leccacorvi fonda la casa editrice Aristea: specializzata nel librogame, ha pubblicato 4 altri titoli, tutti molto popolari nel mondo dei giocatori (Vesta Shutdown, Dopo Tutankhamon e Hong Kong Hustle). Per saperne di più su Aristea, potete cliccare qui oppure leggere la mia intervista a Dario Leccacorvi.

Dove eravamo rimasti?

Ne “Il Marchio“, il/la Protagonista (orfano/a e cresciuto/a da Namer Nizwa, un amico dei suoi genitori) è incaricato dal patrigno di lasciare la loro città di Neltau per andare a Nord, nella città di Sorgand perché Noder Nizwa, figlio naturale di Namer, non a più nessuna notizia. Quel ragazzo sta facendo il suo apprendistato presso il Iatromante (mago guaritore ed esorcista) Molwarum Istwe, amico di Namer e figura di riferimento in materia. Il/la Protagonista non ha mai lasciato Neltau in vita sua e deve fare il primo passo di un lungo viaggio nello spazio, ma anche nel suo cuore e nel suo spirito. Però, una volta arrivato/a a Sorgand dopo qualche strana peripezia, si scoprono delle terribili verità e si incontra finalmente un Noder in pessime condizioni. Il/la Protagonista capisce che deve andare in una zona sperduta del profondo Nord, praticamente mai esplorata prima per sapere come veramente liberare il suo fratello adottivo.

Ne “La Megera“, il/la Protagonista deve preparare un viaggio nell’ignoto e scegliere la migliore strada per farlo. Ci sono molte opzioni per fare tutto ciò e qualche domanda in sospeso nel primo libro trova la sua risposta nel secondo. Oltre ad essere una lunga avventura nelle terre sconosciute, che permette di scoprire ancora meglio questo mondo ricchissimo di possibilità, il sistema di gioco introduce un sistema di punti per determinare il destino del/la Protagonista: le sue azioni gli/le fanno guadagnare dei punti di Luce, Tenebra o Abisso (vedere la mia recensione della Megera per saperne di più ) che hanno il loro peso per il resto della saga. Alla fine, dopo un viaggio difficile e riempito di tranelli, si incontra una creatura chiamata La Megera che rivelerà molte cose importanti sul destino di Noder.

Che cosa aspettarsi di “Emraia“?

Ad ogni nuovo volume della saga “Fra Tenebra e Abisso“, il/la Protagonista (e il lettore-giocatore) scopre il mondo con tutte le sue meraviglie ed i suoi orrori: questa serie è un perfetto esempio di quello che deve essere il fantasy (almeno secondo me) cioè un viaggio, anzi un percorso iniziatico nel quale l’eroe dovrà fare delle scelte che determineranno il suo destino. Conoscendo l’autore, sono convinto che “Emraia” sarà un ulteriore passo nel cuore del suo mondo e l’avventura sarà ricca d’incontri e di trappole, ma non solo con i combattimenti (che non sono il fulcro di questa serie), ma gli stessi che abbiamo conosciuto tutti semplicemente crescendo. L’unica differenza è che nei libri di questa saga, c’è il sovrannaturale con delle forze agli antipodi di quelle benefiche di Tolkien (con tutto il rispetto per il Maestro). Emraia è il nome della capitale del continente di Ortnan dove vive il/la Protagonista e entrare in questa città che ha un grado di tecnologia e di sviluppo spirituale e magico molto più avanzato di quelli di Neltau o Sorgand sarà come mettere un piede in un altro mondo…. soprattutto che per liberare Noder delle terribili forze che lo opprimono, si dovrà sicuramente esplorare il lato scuro della magia, che in questo universo, non è mai stata veramente buona.

Sapendo che la saga “Fra Tenebra e Abisso” avrà quattro volumi in tutto, questo terzo libro darà la risposta a molte domande ancora in sospeso, ma aprirà nuove porte… che cosa ci sarà dietro? Non lo so, ma vi posso solo consigliare di non mancare una delle migliori serie di librogame, sarebbe un vero peccato.

Ecco, non esitate a fare un salto sulla pagina Facebook della casa editrice Aristea e a visitare il suo sito web!

A presto!

2 pensieri riguardo “Segnalazione: “Emraia” di Dario Leccacorvi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...