Un vampiro si può innamorare?

Ciao amici!

Oggi, si parla di amore. Anche se San Valentino è passato!

Sono ormai anni che i generi urban fantasy e paranormal romance invadono i palinsesti televisivi e gli scaffali delle librerie: tante storie romantiche, ma dannate che parlano dell’amore proibito tra un essere umano e una creatura della notte… ma come è possibile che un vampiro (maschio o femmina) si innamori di un essere umano (uomo o donna)? Si tratta di una cosa “probabile” anche nel mondo del fantasy (di ogni tipo) o un grossolano errore degli autori e degli sceneggiatori?

“Vampire” di BOULARIS, su DeviantArt

Chissà perché, non lo vuole nessuno su Tinder…

Il vampiro… creatura della notte le cui origini si perdono nella notte dei tempi: già gli antichi romani e greci avevano delle creature succhiasangue nelle loro culture, poi il mito si è infittito nel Medioevo con l’aggiunto di varie credenze e superstizioni del folclore balcanico. Ma la vera scintilla che fece esplodere la “vampiromania” è stato il “Dracula” di Braham Stoker verso la fine del secolo XIX. Da questo romanzo in poi, ci sono stati migliaia di libri, racconti, opere teatrali, musical, film di ogni genere, fumetti, giochi e canzoni direttamente ispirate a queste creature leggendarie e dannate. Dopo un calo d’interesse del pubblico, i vampiri sono tornati di moda negli anni 1990 con le “Cronache dei vampiri” di Anne Rice: avrete sicuramente visto “Intervista con il vampiro“, ispirato all’omonimo romanzo. Questo ha fatto tornare i vampiri nel nostro immaginario e il White Wolf Studio ha proposto il suo famoso gioco di ruolo “Vampire: Masquerade” negli stessi anni, influenzando una generazione intera di giocatori. Nei primi anni del 2000, la saga cinematografica “Underworld” ha soddisfatto migliaia di teenagers in tutto il mondo e Stephenie Meyer arrivò più tardi con “Twilight“. Così , i vampiri sono più o meno tornati nelle loro cripte: il pubblico sembra di essersi stufato di questi predatori notturni. Ma c’è un tema molto ricorrente: c’è sempre un vampiro che s’innamora di un essere umano… ma sarà possibile? Analizziamo un po’ la situazione

Che cos’è un vampiro?

Per conoscere le origini di queste creature, leggete il mio vecchio articolo.

Quindi, nella sua concezione odierna, un vampiro non è nient’altro che un corpo morto, ma esento del processo di decomposizione grazie ad uno strano potere magico (di qualsiasi origine che sia) che gli permette di rimanere “giovane” (ossia conservare l’aspetto che aveva al momento della sua morte clinica), ma anche di muoversi, parlare, pensare, avere l’uso dei suoi sensi e, a seconda della sua ambientazione letteraria o cinematografica, utilizzare vari poteri sovrannaturali come la telepatia o la metamorfosi. Ma, il vampiro ha bisogno di sangue fresco (non quello ricavato da un cadavere) per continuare la sua “vita” eterna. Nonostante sia immune a tutto quello che può danneggiare una creatura viva, il vampiro deve (normalmente) starsene alla larga dei raggi UV, dei pali nella gabbia toracica, degli oggetti sacri, dal fuoco (naturale o chimico) e di tutto quello che gli potrebbe tagliare la testa. Logicamente, il vampiro non respira, non deve evacuare niente ed i veleni non gli fanno niente visto che è clinicamente morto.

Il vampiro si riproduce in uno strano modo: in molte leggende, basta che un(a) vergine sia stato morso da un vampiro per diventare anche lui (o lei) un non-morto ematofago….sarà,ma non riesco ad immaginarmi un Vlad Tepes III vergine. In molte ambientazioni contemporanee (post Anne Rice), il vampiro deve bere tutto il sangue della sua vittima (più o meno 5 litri) e farle bere una goccia del suo. Così, la povera vittima esangue può diventare una nuova creatura della notte ( è possibile che la preda muoia durante questa fase). Questo non esiste in natura, ma è molto importante perché è un formidabile caso di riproduzione asessuata. Come è diventato un essere diverso dalla sua seconda nascita in poi, il vampiro non ha più i criteri di selezione dell’umano che era e di conseguenza, anche il suo modo di riproduzione è cambiato.

L’essere umano è un mammifero vivo che ha bisogno di varie condizioni per sopravvivere: ossigeno da respirare, cibo da mangiare per alimentare il suo corpo e far funzionare le varie funzioni essenziali, acqua da bere per il buon funzionamento delle cellule e per l’ossigenazione del corpo… e ha un sistema di riproduzione sessuato. Credo che non debba entrare nei dettagli di questo ultimo punto, ma il fatto che si riproduce così condiziona la scelta del partner: è sensibile ai ferormoni emessi dagli altri umani (che possono essere del sesso opposto o meno) e ogni umano avrà dei criteri personali di selezione del partner, sempre dettati dal bisogno di riprodursi e generare una stirpe in buona salute. Lo scopo è di creare una famiglia, ossia un gruppo sociale nel quale ognuno prende cura dell’altro (in teoria…).

Dracula e Giulietta

Da una parte, abbiamo un essere predatore che considera gli umani come delle sacche di sangue caldo o come futuri candidati alla vita eterna, a patto che se lo meritino, e anche lì la “convivenza” non dura molto e spesso il “genitore” e la prole non vanno tanto d’accordo e si mandano a quel paese per l’eternità. Dall’altra, c’è un essere vivo che ricerca il partner corretto per riprodursi, formare un nucleo familiare basato sull’aiuto reciproco. Le due visioni della vita e delle necessità sono radicalmente opposte.

Ma i due esseri possono essere attratti l’uno/a dall’altra/o? Sì e no, elenchiamo le risposte:

  • Un essere umano può essere ingannato dal potere ipnotico del vampiro.
  • Un vampiro può riconoscere varie qualità in un umano e così pensare a trasformarlo in una sua creatura.

No

  • Visto che il vampiro non emana nemmeno un ferormone, non può interessare un essere umano.
  • Per il vampiro, l’umano è solo una fonte di cibo. Non può provare nessun tipo di attrazione biologica per un tale essere.
  • Non appartengono alla stesso regno e non c’è interazione possibile per l’accoppiamento (come se un essere umano si innamorasse di una pianta che ,come il vampiro, ha un modo di riproduzione asessuato).

Allora no, l’interazione amorosa e sentimentale tra un vampiro e un essere umano è del tutto impossibile, perché sono due esseri troppo diversi. Allo stesso modo, due vampiri non possono innamorarsi perché la loro “biologia” impedisce loro di conoscere il sentimento d’amore o di desiderio sessuale, per via del loro modo di riproduzione. Quindi, addio al famoso cliché di amanti eterni, belli e dannati, che nemmeno la morte può separare.

E allora?

L’essere umano prova desiderio e amore per i suoi simili, il vampiro ha perso tutta questa parte la notte in cui ha lasciato il mondo dei vivi per quello dei non-morti, potentissimi, ma condannati a vivere da soli, senza mai conoscere altro che una dipendenza eterna dal sangue, eterne lotte di potere contro i suoi simili e un modo di riprodursi basato sul darwinismo sociale, che non finisce mai bene (vedere il rapporto tra Lestat e Louis, di Anne Rice). Una storia d’amore tra un vampiro ed un umano è possibile come una coppia umano-albero, per via delle loro differenze abissali. Quindi, se l’essere umano ha il suo pesante fardello a causa della vita mortale e della sua fragilità, essere un vampiro è ancora peggio e, ahimè, senza la possibilità di conoscere l’amore. Allora, no: un vampiro non si può innamorare.

Ecco, grazie per avere letto questo articolo! Forse parlerò dell’amore tra umani e licantropi in futuro!

A presto!

3 pensieri riguardo “Un vampiro si può innamorare?

  1. Il film di “Twilight” è stata una tragedia per me: le mie compagne di classe erano impazzite, non le sopportavo più…

    Attenzione alla “mutazione Meyer”: come hai scritto, l’amore tra un vampiro e un essere umano dovrebbe essere impossibile, ma alla luce del sole i suoi vampiri BRILLANO invece di polverizzarsi (Mannaia, sole! E io che contavo su di te!), e si sa… un diamante è per sempre. XD

    Piace a 1 persona

  2. Il vampiro nella sua concezione classica è una creatura che può ipotizzare la sua vittima ma che quella creatura possa amare è impossibile. Almeno che non si cambino le regole. Uno delle opere letterarie più recenti (e poi anche l’omonimo film) che parla di una storia d’amore tra vampiro e umano con grande maturità è sicuramente Lasciami Entrare, una delle mie storie preferite in assoluto a cui sono molto legato e che riceve a contestualizzare il vampiro in un mondo moderno. Sia film che libro sono stupendi.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...