Il grande post di Halloween

Ciao amici!

Eccoci qua, tra qualche giorno si festeggerà la versione moderna del Samhain celtico: le nostre strade saranno invase di streghe, zombi, creature di Frankenstin (avete colto la citazione?) e altri esseri che popolano il nostro immaginario. Ma che cosa sarebbe questo blog senza un bel post di Halloween? Anche quest’anno, ecco vari suggerimenti per la festa delle zucche.

Lester, by undead-medic. Su Deviant Art

Un po’ di musica

Come tutti lo sanno, la musica è un elemento essenziale per creare l’atmosfera ideale per una situazione. Che sia in un film, una serie TV, una sessione di GDR o semplicemente la vita reale, uno non deve sbagliare musica se non vuole rovinare tutto l’effetto scenico: mai e poi mai uno dovrebbe mettere “musica leggerissima” nella playlist di una serata romantica, ma i gusti sono gusti, chi sono io per giudicare?

Halloween è diventata anche la festa di tutto quello che, normalmente, fa paura. Anche se si tratta spesso della paura “”per finta”, come un jump scare quando si guarda un film horror di una qualità molto variabile. Allora, ecco la mia piccola top 5 della musica per un’ambientazione degna del 31 Ottobre: non è una classifica, ma un elenco casuale.

1- La colonna sonora del film “Halloween

Come non parlare di quella festa senza menzionare la più famosa saga horror del cinema? Impossibile, come psicanalizzare Michael Myers senza fare une brutta fine. Se non siete deboli di cuore, potete farvi una cultura guardando uno dei 13 film (con tanto di sequel e di reboot)… ma non lamentatevi se vi vengono gli incubi!

Fonte: YouTube

2La colonna sonora di “Profondo Rosso

Chi ha detto che li Stati Uniti hanno il monopolio della produzione di film horror? Nessuno! L’Italia ha una lunga tradizione del genere e anche Alfred Hitchcock, il maestro del thriller, ha riconosciuto il talento di un giovane regista italiano chiamato Dario Argento! Ecco a voi la famosa colonna sonora di Profondo Rosso, dalla leggendaria band Goblin!

Fonte: You Tube

3- Dragula

Rob Zombie è uno che festeggia Halloween ogni giorno e la sua musica è molto ispirata al cinema horror. Questo musicista è anche regista: forse avete già visto “La casa dei mille morti” o il suo film della saga “Halloween“. Questa canzone ha dei testi che non tutte le orecchie dovrebbero ascoltare, vi ho avvertito!

Fonte: You Tube

4- Your blood is mine

I Deathless Legacy sono una horror-band che canta canzoni ispirate alle leggende, all’occultismo e al genere horror. Notevole il videoclip di questa canzone: niente di spaventoso , ma se siete un po’ troppo impressionabili, vi consiglio di non guardare. Il tutto è molto orecchiabile, nonostante l’aspetto un po’ folcloristico, ma ideale per una serata in puro style metal.

Fonte: You Tube

5- La Danse Macabre

Come non parlare di una delle opere più note del mio connazionale Saint-Saens? La sua Danse Macabre è una delle opere sinfoniche più famose al mondo: basata su un poema, illustra alla perfezione un raduno di creature malvage che cospirano contro l’Umanità a notte profonda… rende l’idea di un raduno di streghe (o di una suocera che sparla di voi con le sue amiche, dipende). Gustatevi questa opera immortale!

Fonte: You Tube

Sane letture

Halloween e, l’horror il sovrannaturale in generale sono grandissimi fonti d’ispirazioni per gli autori. Ho fatto una piccola selezione di libri a tema che vanno perfettamente con la famosa festa… oppure potrebbero essere ottimi regali natalizi! Dopo tutto, un tale Jack Skellington è riuscito ad unire Halloween e Natale!

Apocalisse di Tiziano Sclavi (Mondadori): Chi non conosce Dylan Dog? Se non ne avete mai sentito parlare, vi consiglio di recarvi nel libraccio più vicino a casa vostra e fare una scorpacciata della leggendaria serie a fumetti! Le storie del creatore dell’indagatore dell’Incubo sono tra le migliori! In questo romanzo, non andiamo a Craven Road e non c’è nessun cosplayer di Groucho Marx per dare una pistola al momento più opportuno. No, si tratta di un autore e di sua moglie che vanno nella loro casa di vacanza in un periodo particolare nel quale l’ambiente sembra impazzire, ma faranno molte scoperte più strane le une delle altre fino ad arrivare alla soglia dell’Apocalisse. Questo romanzo horror rispecchia lo stile tetro e enigmatico di Sclavi.

La casa sulla collina, di Cristina Morandotti (Les Flaneurs): Questo è il romanzo d’esordio di Cristina Morandotti (autrice del Il blog “Bibliotefantasy” è dedicato al fantasy e all’horror) che narra le vicende di una serata “Trick or treat” di tre ragazzi capitanati dalla protagonista che hanno la cattiva idea di entrare nella vecchia casa di Lovecraft Hill… L’eroina farà una scoperta incredibile e tutto il suo mondo sarà sconvolto. Un romanzo breve molto fresco, dal sapore di “Goosebumps” di R.L Stine e da consigliare per ogni ragazzo/a che vuole avere i suoi primi brividi da lettore. Non esitate a leggere la mia recensione!

Vivi e lascia risorgere, di Mauro Longo (Acheron Books): Certaldo, 1348, l’intera penisola è invada da orde di non-morti che divorano città dopo città, rafforzando i loro ranghi. Tu, Arrigo “Corvaccio”, devi fare di tutto per raggiungere la tua famiglia e la tua promessa sposa (la figlia del Signore locale) per mettervi tutti in salvo dai Trepassati Redivivi che hanno già fatto una breccia a Porta Rivellino! Questo libro inizia come un librogame molto facile da giocare (le regole sono semplici da imparare, ma il gioco in sé è longevo e non così scontato) e finisce come un romanzo epistolare. “Vivi e lascia risorgere” è un’ottima introduzione all’universo ludico di Ultima Forsan (sempre di Mauro Longo). Consigliato ai ragazzi (13+ direi) e a tutti che vogliono fare i loro primi passi nella letteratura interattiva. Se avete la possibilità di andare al Lucca Comics and Games di quest’anno, credo che l’autore sarà presente allo stand di Acheron Books.

Storie dei fantasmi del Giappone, di Lafcadio Hearn, con le illustrazioni di Benjamin Lacombe (L’ippocampo): un magnifico libro illustrato sulle storie e leggende popolari di fantasmi nipponici. Eh sì, l’Europa e l’America non hanno il monopolio dei non-morti e le storie del Paese del Sol Levante sono molto interessanti e un po’ strane per noi guei-jin, ma tutte da scoprire!

Nuovo Cinema Inferno

Ah, il buon jump scare quando il mostro del film prende gli eroi a tradimento, i pop-corn che volano dappertutto e la vostra bibita preferita sparsa sul divano Poltron&Qualcosa, i tentavi disperati di pulire prima che vostra madre arrivi e veda il danno causato… la sua furia sarà peggio di quella di Mike Myers! Se volete qualche brivido cinematografico, posso consigliarvi qualche film, anche se non sono molto conosciuti. Ma attenti, non sono per tutti gli spettatori!

Fonte: pixers.it

Sospesi nel tempo (The frighteners): Eh sì, Peter Jackson ha avuto una vita prima delle sue saghe della Terra di Mezzo! In questo film del 1996, vediamo un Michael J.Fox nei panni di un medium, un “Cacciatore di fantasmi” che libera le case infestate da qualche ectoplasma. Però, è tutta una bufala: gli spettri sono amici del “Cacciatore” e sono pure in società! Ma cosa succede quando il fantasma pazzo di un serial-killer torna dai morti e fa strage di vivi? Questo film è una commedia con qualche elemento horror e molto black humour, da vedere!

La bottega dei suicidi: Questo film d’animazione franco-belga è disponibile su Amazon Prime. Immaginatevi un mondo nel quale ridere è peccato, la gente è sempre più triste e disperata, fino a volersi togliere la vita… una fortuna per la famiglia Tuvache, che vende tutto per un suicidio perfetto: corde, lame, pistole… ma qualcosa capiterà alla famiglia e alla loro macabra bottega. Ho esitato molto prima di parlarvi di questa produzione: per apprezzarlo, uno deve essere molto ironico e non scandalizzarsi facilmente perché si parla di tematiche molto sensibili. Però, se vi piace Tim Burton, credo che questo film potrebbe interessarvi.

Stonehearst Asylum (aka Eliza Graves): Questo film del 2014 di Brad Anderson è ispirato al racconto “Il sistema del Dott. Catrame e del Prof. Piuma” di Edgar Allan Poe. Si vedono le condizioni di detenzione dei pazienti dei manicomi della fine dell’800. Questo film è un huis-clos in un mondo in preda alla follia, con un astutissimo gioco di bluff tra i personaggi fino al colpo di scena finale, stupefacente! Non posso dirvi di più per non spoilerare!

Anaconda: Se vi piacciono i film quasi horror con dei protagonisti molto stereotipati, immersi nella natura selvaggia alle prese con un nemico terribile e infido (l’altro nemico è un serpente), allora “Anaconda” è per voi! Questo film del 1998 non brilla per la qualità della sua trama, né tanto per gli effetti speciali, ma ha un piccolo “non so che” che ne fa quasi un cult-movie, anche se non si capisce bene il perché. Forse sarà la presenza di Jennifer Lopez e di Ice Cube? Oppure perché la paura dei serpenti è molto comune e il fatto di vedere un anaconda di 13 metri di lunghezza esercita un certo fascino? Non lo so, ma se volete un film con tanto di jump scare e di sensazione di pericolo imminente, l’avete trovato!

London zombies (Cockneys vs zombies): In questo film del 2012che somiglia a “Shawn of the dead” (“l’alba dei morti dementi” in italiano). Cosa succede quando degli operai aprono una cripta del 1600 nel quartiere ovest di Londra? Beh, liberano quello che era nascosto dentro (e che non doveva mai rivedere la luce del sole) e così scoppia l’epidemia zombi… ma quando una famiglia di rapinatori si mette in mezzo, succede di tutto! Questo film è una commedia horror che non è piaciuta più di tanto a Rotten Tomatoes, ma che ha vinto dei premi a festival del genere a Toronto e San Sebastian.

Let’s play!

Se vi piacciono le app-GDR, non posso non consigliarvi “The Dark Book“: siete uno scheletro che deve difendere i suoi simili di varie minacce (goblin, demoni) e recuperare il potentissimo Libro Oscuro. Se vi è piaciuto “Diablo” o altri giochi del genere, non sarete delusi!

Fonte: the-dark-book.it

Ecco, per oggi è tutto. Spero che passerete un buon Halloween e che vi potrete divertire come meglio vi sembra: non dimenticate di rispettare le norme in vigore se accompagnate i bambini della vostra famiglia a giocare a “trick or treat“!

Ci vediamo presto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...