Max Pezzali aveva ragione!

Ciao amici!

Eh sì, torno a parlare di supereroi e di fumetti perché ho letto delle notizie sul futuro dello Spiderverse (ossia la galassia di film che rotea più o meno attorno a Spider-Man) e devo ammettere che il cantante degli 883 è un profeta. Sì, lo so, l’ho già scritto in un altro post, ma le recenti idee della Sony mi hanno fatto scattare il mio spidersense dell’indignazione nerd.

Fonte: Spotify

Di tutto il catalogo della Marvel, pochi supereroi sono stati popolari come Spider-Man: contrariamente ai suoi colleghi della “Casa delle Idee“, lo si poteva conoscere anche senza nemmeno aver letto un fumetto. Peter Parker è diventato un fenomeno mediatico molto presto ed è uscito dal mondo dei comics molto più in fretta degli Avengers o dei Fantastici 4, diventando popolare come un tale kryptioniano della casa editrice concorrente (e hanno molti punti in comune quando ci si riflette un po’).

Certo, Hollywood e il mondo della televisione s’interessarono presto a Spider-Man, sperando generare una montagna di soldi con questo personaggio così vicino al pubblico, in quanto portabandiera dei nerd che lo leggono. Così, negli anni ’60 c’era la leggendaria serie animata “Spider-Man“, con una sigla rimasta nella memoria collettiva

Fonte: You Tube

E poi, c’è stata la serie TV negli anni ’70 (che Italia 1 ha mostrato), varie serie a cartoni animati e finalmente il famoso film di Sam Raimi (uno dei maestri dei film horror) con Toby Maguire, iniziando così uno dei primi film dello Spiderverse con Sony Pictures.

Fonte: Wikipedia

Sam Raimi ha fatto tre film fra il 2002 e il 2007 e sfruttato vari personaggi esistenti nel mondo del Tessitore: la famiglia di Peter Parker, i suoi amici più stretti, i più importanti membri del Daily Bugle e naturalmente i villain come Green Goblin, Doctor Octopus, Sandman e Venom (parlerò di lui più in là). Nel mondo intero, milioni di spettatori hanno visto i film e dato il loro consenso a questo spiderverse: Spider-Man è una proprietà Sony (per quanto riguarda la versione cinematografica) e alla gente piace.

E venne il giorno…

Fonte: primaedicola.it

Ma nel 2008, Marvel propone il primo film di quello che diventerà il Marvel Cinematic Universe (MCU): Iron Man. Questo era una scommessa difficile perché finora i film Marvel non avevano avuto grande successo, tranne i due primi film degli X-Men di Bryan Singer , il Punisher (di Jonhathan Hensleigh) e Blade di Stephen Norringhton. C’erano già stati altri film, prodotti dalla Fox, come quelli sui Fantastic Four o qualche serie TV basata su vari personaggi mutanti (legati agli X-Men), ma senza un grande successo. Per la prima volta, si mostrava uno dei personaggi più importanti dell’universo Marvel e si doveva riconquistare la fiducia del pubblico, che lo avrebbe sicuramente paragonato allo Spider-Man di Sam Raimi. Per fortuna, Iron Man è stato un successo (per i lettori di comics o per i neofiti) e questo è stato il calcio d’inizio a una grande serie composta di venti film con i supereroi Marvel più conosciuti. Naturalmente, l’acquisto da Disney nel 2009 ha permesso di fare film sempre più audaci e di conquistare sempre più pubblico.

Un mondo senza ragni?

Qualche anno dopo, il MCU ha messo in scena Captain America, Thor, Hulk, Black Panther… ma mancava qualcosa, un eroe molto popolare, quasi l’alfiere di Marvel… ma c’era un problema: Disney non poteva mettere l’Uomo Ragno nei suoi film perché non aveva i diritti per farlo! Spidey è proprietà della Sony Pictures e ha pure utilizzato il personaggio in due film con Andrew Garfield e gettato le basi per un nuovo Spiderverse con un Peter Parker diverso e nuovi nemici!

Fonte: Amazon

E come si fa? Beh, Disney e Sony hanno combattuto una battaglia legale che durò mesi (altro che Endagame!) per arrivare a una conclusione molto semplice: Marvel noleggia Spider-Man alla Sony, per una durata determinata. Quindi, si introduce uno Spider-Man senza origini precisi nel MCU e Tom Holland interpreta questo giovane e candido personaggio. In questo nuovo (e terzo) Spiderverse, il Tessitore diventa più o meno il pupillo di Iron Man e non chiedetemi il perché. Per il momento, ci sono tre film con Tom Holland.

Sony e lo Spiderverse senza spider

Quindi, abbiamo Spider-Man che fa parte del MCU (anche se non allo stesso titolo di altri supereroi), ma che cosa diventa la galassia di personaggi legati al Tessitore? Sembra che Disney si sia limitato a sfruttare solo Peter Parker/Spider-Man e Zia May (ok, c’è una MJ, ma non sono le iniziali di Mary Jane) e di qualche villain conosciuto solo dagli intenditori (Vulture, Mysterio…)

Fonte: tuttowrestling.com

No, non QUEL Mysterio

La risposta è arrivata con il primo film di Venom: vi ricordavate che il personaggio è stato utilizzato nel 2007 per “Spider-Man 3″ di Sam Raimi? Beh, eccola qua con un reboot con un concetto rivoluzionario: fare un film centrato su un villain, ma senza il suo nemico supereroe. Può sembrare strano, ma funzionerà alla grande per “Joker” (uscito nel 2019, un anno dopo il Venom, ma si potrebbe pensare che l’idea era già conosciuta). Il risultato? Un film d’azione con lieve sfumature horror che si autoparodia per diventare una grossolana caricatura del personaggio originale. Ma, stranamente, il pubblico ha abboccato (856 085 151 $ d’incasso in tutto il mondo, eh!) e ne vuole ancora! Sony ritenta con “Venom vs Carnage” e nemmeno l’ombra di Spidey.

Vedendo che il pubblico segue, Sony ha fatto il film basato sul vampiro Mobius, un altro nemico di Spider-Man e ancora una volta, il film è garantito 100% Spider Free. Nonostante molte recensioni negative (come per i film con Venom) il film ha un discreto successo commerciale che spinge Sony a preparare altri due film, sempre centrati su nemici di Spider-Man, ma senza di lui: El Muerto (un nemico di terz’ordine quasi sconosciuto) e Kraven il Cacciatore.

Fonte: Vigamusmagazine

Sì, quel fichissimo (?) personaggio è uno dei nemici più letali del nostro amico Ragno e può anche dare problemi a Storm degli X-Men! Kraven è il tipo che va a caccia di qualsiasi preda e considera Spider-Man come IL trofeo che deve appendere alla sua collezione. Ma come si fa a andare a caccia di Uomo Ragno quando… non ce ne sarà nemmeno l’ombra nel film?

E non è finita perché Sony ha anche annunciato il terzo film di Venom! E Raimi parla di un “Spider-Man 4”, il seguito del suo Spiderverse, ma allora Sony ha recuperato i diritti e non ci sarà più Spidey nel MCU?

E Max Pezzali?

Quindi… quali sono gli Spiderverse esistenti?

  • Quello di Sam Raimi (Sony)
  • Quello del MCU (Marvel/Disney)
  • Quello della Sony con Andrew Garfield.
  • Ancora un altro della Sony con i cattivi, ma sono sempre legati in qualche modo all’universo originale dei comics.

Spider-Man è un supereroe che ha tantissime qualità (e difetti) umani che lo rendono molto più accessibile di molti altri supereroi di tutto il panorama fumettistico mondiale. Ahimè, questa sua popolarità ha avuto un terribile effetto boomerang perché sfruttata dal cinema come se fosse la gallina dalle uova d’oro: ci sono vari film che propongono ad ogni volta un concetto diverso del personaggio (non ho preferenza per gli attori: ognuno è lo Spider-Man della sua generazione). Purtroppo, a voler fare troppo si fa male: l’essenza di Spidey si è persa e i major di Hollywood non hanno scrupoli a sfruttare il supereroe nel modo più sbagliato possibile, con questi universi paralleli (che si sono pure incontrati!) e varie produzioni di qualità mediocre più o meno collegate al personaggio.

Penso che Max Pezzali aveva ragione: hanno ucciso l’Uomo-Ragno ed è un vero peccato, perché di tutti i supereroi Marvel e DC, fa parte di quelli più interessanti, con un enorme potenziale narrativo e drammatico.

Ecco, questo era il mio pensiero del giorno. Grazie per avere letto questo articolo!

A presto!

5 pensieri riguardo “Max Pezzali aveva ragione!

  1. E vedrai se faranno un film sulla storia di Ultimate zia May da giovane, dal fumetto Trouble: lì si va sui Cento colpi di spazzola, se ricordo bene 😛
    (È solo una battuta, non ho informazioni su un progetto del genere)

    Purtroppo è da un po’ che il concetto dell’uomo ragno si è indebolito anche a fumetti: dopo un’evoluzione del personaggio interessante – matrimonio e via dicendo – alla Marvel hanno fatto un resettone, a base di patto faustiano, per renderlo più affine a un’ipotetica gioventù non accasata e da lì, secondo me, si è un po’ persa la sua essenza.
    Non che siano mancate le buone storie, lo Spiderverse a fumetti era una buona idea (diversa dal buon film animato che è seguito) però è un peccato per certe scelte.

    Riguardo ai cattivi dell’uomo ragno senza uomo ragno… Scelta incommentabile, fa perdere profondità ai personaggi, come avere il capitano Achab senza la balena bianca! XD

    Piace a 1 persona

    1. Grazie per il commento, Conte!

      Riderai, ma l’idea di un film su Zia May è stata proposta (ironicamente) dal youtubber Caleel!

      Vero che Spidey è stato maltrattato nei comics: l’evento di cui parli è legato alla prima Civil War e, da lettore, mi sono sentito truffato. Ma ci sono anche millemilla cose che hanno spolpato l’interesse della serie e Hollywood ha fatto il resto. Per quanto mi riguarda, leggo Spider-Man solo quando c’è anche Venom (devo ancora finire di leggere Absolute Carnage) o se che la storia sarà matura e/o cupa perché è lì che Parker dà il meglio di sé.

      Non sono grande fan dello Spiderverse (anche se sarei tentato di vedere il film animato) perché le idee sono molto spesso dei pessimi coppioni dell’originale. Ho la curiosità per “Spider-Man Noir” perché mi sembra l’unico che si stacchi veramente dallo schema generale.

      Bella la battuta di Achab! Non credo che la Sony abbia dei diritti di Moby Dick e possiamo stare tranquilli! Però chissà se uno vuole immaginarsi “Moby e Achab: le origini” e scopriamo che sono fratellastri…

      Piace a 1 persona

      1. Potrei aver visto il video di Caleel, forse ho sentito l’idea lì e l’ho collegata a Trouble XD

        Riguardo al Ragnoverso: a fumetti è carino, ma pubblicato male in volume da Panini (manca la parte iniziale, mi chiedo se non esista un volume precedente a questo punto) mentre il film animato è piuttosto buono – non “miracoloso” come hanno detto in tanti, forse influenzati da recenti film dal vivo con difetti importanti, ma piuttosto godibile e ben fatto, con un’idea artistica particolare, personaggi con motivazioni interessanti… Se ti capita, guardalo perché è bello. 😉

        Mo’ aspettiamo i segreti di famiglia di Achab e Moby XD

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...